Il laboratorio e i suoi abiti

 

Il laboratorio si trova al primo piano di una palazzina inizi '900 di via Pietro Tacchini a Roma e l’aspetto che ricorda una pinacoteca rivela subito la passione di Vittorio per la pittura.

L'amore per l'arte è un’inclinazione comune a molti sarti, che certamente si collega alla carica creativa del loro mestiere e al continuo esercizio visivo che esso impone, alla ricerca della giusta proporzione e del dettaglio che caratterizzano la storia e lo stile di questo rigorosissimo ed autorevole rappresentante della sartoria capitolina.

L'ambiente raccoglie i segni di amicizie e di rapporti consolidati che lo rendono un luogo ospitale e ideale anche per i clienti più esigenti che vedono realizzato il loro vestito.

“I clienti difficili ed esigenti sono sempre esistiti ed ora che ho una struttura adeguata posso dire che sono quelli che servo con maggior piacere. Realizzare un abito è splendido, ma realizzare un desiderio è un privilegio in cui la soddisfazione del cliente si trasmette tutta all’artigiano.
La nostra forza è nell’entusiasmo della creazione e nel calore di rapporti che a volte durano per decenni. Molti cambiano in pochi anni lavoro, casa, talvolta la moglie... eppure restano fedeli per sempre al sarto”

La sartoria oltre a confezionare abiti prevalentemente maschili per ogni stagione e per ogni esigenza, confeziona anche soprabiti e completi femminili.

" L'abito rappresenta il modo con cui ci vogliamo relazionare con le persone che ci sono vicine ma soprattutto è come noi ci vediamo.
La sartorialtà ci consente di concretizzare al meglio questo desiderio in maniera esclusiva, a misura per ogni cliente”